lunedì 24 apr 2017
ultimo aggiornamento ore 13.13
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
L'ESPERTO RISPONDE - 17/01/2011pagina dei soldi

Il 36% per il box pertinenziale

di Massimo Pipino

L’agevolazione fiscale spetta se la stipula dell’atto d’acquisto avviene nel corso della stessa giornata e non perde lo sconto fiscale del 36% chi acquista il garage pertinenziale con un bonifico emesso nello stesso giorno del rogito, ma prima della stipula dell`atto, dal quale, naturalmente, deve emergere che il box comperato è un bene al servizio dell’abitazione.
Questa è stata la risposta dell’Agenzia delle Entrate, resa pubblica con la risoluzione n. 7/E del 13 gennaio, ad un quesito relativo alla corretta applicazione dell’agevolazione fiscale prevista per i lavori di ristrutturazione edilizia degli immobili residenziali, beneficio esteso anche all’acquisto di autorimesse o posti auto pertinenziali, limitatamente ai costi per la loro realizzazione (articolo 1, legge 449/1997).
L’Amministrazione, come già precisato con la risoluzione 38/E del 2008 e la circolare 55/E del 2002, ribadisce che quel che conta è il vincolo pertinenziale tra l’abitazione e l’autorimessa, condizione che può risultare anche da un compromesso di vendita, regolarmente registrato, nel caso di pagamenti effettuati con bonifico prima dell’atto definitivo di acquisto.
Al contrario, lo sconto del 36% non è applicabile se manca anche un documento preliminare a quello conclusivo; in tal caso, il contribuente non risulta proprietario del box nè promissario acquirente, pertanto non è possibile verificare la sussistenza del vincolo pertinenziale al momento del pagamento.
Tuttavia, puntualizza la risoluzione 7/2011, se si tratta di un semplice “sfasamento” orario tra l’emissione del bonifico e la stipula del rogito, cioè se le due operazioni comunque avvengono nel corso della stessa giornata, il diritto allo sconto fiscale non è compromesso




Versione per stampa

Articoli correlati

REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab