mercoledì 24 mag 2017
ultimo aggiornamento ore 02.31
HOME CHIERI
CRONACA
ATTUALITA'
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
POIRINO - 13/09/2010ATTUALITA'

Dopo 11 anni il polifunzionale è pronto

Domenica 19, alle ore 16,30, sarà ufficialmente inaugurato il “polifunzionale” di via Generale Dalla Chiesa 5. Alla cerimonia prenderanno parte il sindaco Sergio Tamagnone assieme agli assessori e ai consiglieri comunali, l’ex sindaco Pierluigi Avataneo, rappresentanti delle amministrazioni locali, provinciali e regionali. Il programma prevede il ritrovo alle 16,30 in piazza Italia, da dove partirà il corteo che, accompagnato dalla Filarmonica Poirinese e dal gruppo Majorettes, percorrerà via Indipendenza, via Pralormo e via Isolabella per raggiungere la struttura sportiva di via Generale Dalla Chiesa 5. Qui si alterneranno gli interventi delle autorità, cui farà seguito un’esibizione di pallavolo femminile della Chieri Volley Club e della squadra dell’oratorio poirinese.

«Il tormentone del polifunzionale di via Generale Dalla Chiesa si è finalmente chiuso - commenta il sindaco Sergio Tamagnone - I poirinesi ora hanno a disposizione, oltre alla piscina esterna, anche una struttura adeguata agli sport indoor e adatta a ospitare grandi manifestazioni in caso di maltempo».

Il palazzetto dello sport fu voluto e avviato dalla giunta Avataneo, che a luglio del 1999 ne approvò il progetto definitivo. I lavori del primo lotto furono ultimati nell’ottobre del 2001 e vennero a costare poco più di 1.600.000 euro, finanziati per metà dalla Cee. Il secondo lotto, per un altro milione abbondante di euro, fu approvato a luglio 2002, ma stavolta, quasi un anno dopo, la Comunità europea fece mancare il suo apporto economico. Così la giunta Avataneo, nell’ottobre 2003, decise di convertire il polifunzionale in un centro di sport acquatici finanziato con project financing, approvandone il progetto preliminare a fine marzo 2004. Subentrata la giunta Tamagnone alle amministrative di quell’anno, l’iter fu portato avanti fino al bando di gara, ma non si arrivò mai all’assegnazione dei lavori per problemi di natura contabile non risolti dalla ditta appaltatrice. Il progetto fu così temporaneamente accantonato, dando nel frattempo spazio e priorità ad altri interventi, soprattutto di edilizia scolastica, salvo poi essere ripreso nel settembre 2008 per recuperare definitivamente la struttura. L’intervento attuale ha però interessato soltanto la parte sportiva al pianterreno, dove è stata ricavata una palestra regolamentare per attività anche agonistiche, con tanto di tribuna e spogliatoi. Il piano rialzato, capace di 530 metri quadrati di rustico, già a destinazione commerciale, sarà assegnato a un gestore tramite bando pubblico. Con i nuovi lavori, eseguiti dall’impresa Hydroedile S.r.l. di Torino per circa un milione, il costo complessivo della struttura ultimata ammonta a 2.700.000 euro.

Dino Valle




Versione per stampa

Articoli correlati

REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab