venerdì 20 ott 2017
ultimo aggiornamento ore 14.24
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
ASTI - 23/05/2017pagina dei libri

Giacomo Ghiazza un astigiano Storyboard artist ad Hollywood

La bravura del critico e storico del cinema Umberto Ferrari, ha curato un interessante mostra al Palazzo Mazzetti di Asti:” Una MATITA ITALIANA A HOLLYOOD” rendendo omaggio ad un grande artista astigiano Giacomo Ghiazza. L’evento è stato promossa dalla Fondazione Mazzetti, Città di Asti e Fondazione Cassa di Risparmio di Asti realizzata con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Asti, rimarrà aperta fino al 17 settembre, dando anche la possibilità alle migliaia di visitatori che giungeranno per il tradizionale Palio di Asti, di fare esperienza con un arte in Italia ancora poco conosciuta. Il progetto espositivo avviene per celebrare il talento di Giacomo Ghiazza, e il suo lavoro di storyboard artist, accompagnato da un catalogo edito da Sagep in lingua italiano e inglese (pp. 143 € 20.00 Foto 2) curato da Umberto Ferrari con la prefazione del celeberrimo Maestro astigiano Paolo Conte. (www.palazzomazzetti.it). Il termine inglese storyboard deriva da story (storia) e board (tavola), significa tavola o illustrazione della storia, del racconto. Gli storyboard costituiscono un anteprima delle scene prima che vengano effettuate, servono da simulazione per scegliere i movimenti di attori e macchine da presa che verranno adottati poi sul set al momento di filmare.


Il ruolo dello storyboard artist e fondamentale soprattutto per sequenze acrobatiche con stuntmen che devono essere pianificate in anticipo, per preparare riprese a base di effetti speciali, evitando di dover rigirare scene che hanno costi molto elevati. Tra gli storyboard artist famosi vi è un astigiano Giacomo Ghiazza che dalla fine degli Anni Ottanta vive e lavora negli Stati Uniti.

La città di Vittorio Alfieri e di Pastrone (uno dei primi pionieri della settima arte, che nel 1914 produsse il film Kolossal storico Cabiria) gli rendono omaggio con questa prestigiosa mostra a Palazzo Mazzetti. L’esposizione presenta una importante selezione dei disegni dell’artista, ordinati in tali sequenze e dare un’idea del suo prezioso lavoro per ogni lungometraggio. Giacomo Ghiazza si rivela subito un talento precoce, dopo gli studi artistici e una breve parentesi a Roma, dove inizia a disegnare storyboard per la pubblicità. L’artista viene folgorato dalla visione della pellicola “Incontri ravvicinati del terzo tipo” e dalla lettura di un libro che raccoglie i disegni realizzati per “I predatori dell’arca perduta”, entrambi del regista Steven Spielberg. Nel 1985 parte per gli Stati Uniti e nel 1988 trasferendosi a Los Angeles centro nevralgico della produzione hollywoodiana, inizia una carriera che continua ancora tutt’oggi con successo contando all’attivo decine di lungometraggi come “Robocop 2”, “Speed”, ”Twister”, ”Fuga da Los Angeles”, “Dace/Off”, “Vita di Pi”. Nella sua lunga carriera, lavora a pellicole d’avventura e fantascienza, collaborando con registi di prima grandezza come Barry Levinson, Paul Verhoeven, John Carpenter, John Woo, Ang Lee, incontrando star come Arnold Schwarzenegger e Tom Cruise, contribuendo a più riprese alla riuscita di popolarissime saghe, come quella dei “Pirati dei Caraibi”, o “Mission: Impossibile” e “Hunger Games”. L’esposizione astigiana offre ai visitatori un viaggio all’interno della macchina-cinema , attraverso il racconto di una delle professioni meno conosciute, arricchito da manifesti, fotografie, musiche e immagini proiettate su schermi. Un percorso che, grazie a sequenze con un altro tasso di spettacolarità, costituisce una sistematica storia delle maggiori produzioni fantascientifiche e d’azione degli ultimi trent’anni.

                                                                            Gianfranco Piovano




Versione per stampa

Articoli correlati

REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab