domenica 26 mar 2017
ultimo aggiornamento ore 03.32
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
SPORT
pagina BiancoNera
HANNO DETTO...
L'INTERVENTO DI...
tsunami
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
RECENSIONI - 06/04/2015Recensioni

Vizio di forma

C’è un movimento di macchina frequente in Vizio di forma (Inherent Vice), l’ultimo, spiritoso film di Paul Thomas Anderson: una lentissima e ipnotica carrellata in avanti, che si concentra sempre più su un soggetto escludendo progressivamente tutto il resto. Tale è lo sguardo di “Doc” Sportello, detective sui generis e hippie continuamente sotto gli effetti della droga (leggera): il nostro protagonista tende infatti a essere affascinato dai dettagli, ma non riesce ad avere una visione d’insieme. Allo stesso modo la trama è una serie di indizi disarticolati tra loro, e le immagini del film volontariamente non ci aiutano a capire meglio. Ad esempio la macchina da presa esclude spesso dal proprio sguardo delle figure secondarie, trasformandole in fugaci apparizioni, quasi subliminali (ad esempio i soldati che avanzano nel deserto, poco prima che Doc entri dalle Pussy Eaters). Tutto ciò rende bene la memoria del protagonista, piena di lacune. Parallelamente, ad eccezione di un’eroticissima scena di sesso girata quasi in piano sequenza, in generale la regia relega le situazioni scabrose al fuori campo per accentuare l’effetto comico dei suoni puri: lo spettacolino lesbo, oppure la porta dell’appartamento di Doc che geme - frantumandosi - sotto i piedi di “Bigfoot”.

A questo proposito il suono è usato spesso in un modo che ricorda il linguaggio del cinema demenziale (così come il corpo cartoonesco del protagonista, continuamente maltrattato eppure sempre senza lividi, oppure come alcuni personaggi secondari inquadrati senza testa, in stile Tom & Jerry). Anche la musica riserva delle sorprese. Spesso lunghi brani accompagnano delle sequenze intere, senza punteggiare le azioni ma donando un’atmosfera generale. Questa ulteriore mancanza di una forte sincronia tra le immagini e la musica contribuisce ulteriormente a disorientare lo spettatore. Inoltre colpisce la presenza della cantante-arpista-compositrice Joanna Newsom (celebre nel panorama musicale “alternativo”, ossia nel milieu vagamente indie al quale anche il regista aderisce) nei panni del personaggio di Sortilège, acuta voce della coscienza (incarnata) di Doc e voce narrante che mantiene intatti gli incomprensibili voli pindarici di Thomas Pynchon, l’inarrivabile scrittore americano il cui libro omonimo è il punto di partenza per il film. Paul Thomas Anderson sembra voler proseguire qui (in perfetto ordine cronologico) una personalissima riflessione sulla Storia degli Stati Uniti, iniziata con i primi del Novecento di There Will Be Blood, continuata con l’oscuro e piatto (secondo) dopoguerra di The Master e arrivata ora al passaggio dagli anni Sessanta ai Settanta (un altro momento cruciale per l’America, durante il quale al desiderio di libertà si sostituisce la paranoia). Rispetto al film precedente del regista (anch’esso incentrato sulla bravura titanica di Joaquin Phoenix), Inherent Vice è un film coinvolgente e ipnotico. Insomma, imperdibile.

Stefano Darchino






 


Versione per stampa

Articoli correlati

31/01/2017 &bull La La Land
28/12/2016 &bull Rogue One: A Star Wars Story
20/12/2016 &bull Arrival
01/06/2016 &bull La pazza gioia
01/01/2016 &bull IL FIGLIO DI SAUL
26/12/2015 &bull Star Wars: Il risveglio della Forza
01/07/2015 &bull Inside Out
03/06/2015 &bull As mil e uma noites - Volume 2, o desolado
02/04/2015 &bull Mommy
30/03/2015 &bull Birdman
07/02/2015 &bull Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate
27/01/2015 &bull Il ragazzo invisibile
26/05/2014 &bull Il giardino delle parole
24/02/2014 &bull The Wolf of Wall Street
24/02/2014 &bull Settimana dal 24 febbraio al 2 marzo 2014
18/01/2014 &bull La mia classe
18/01/2014 &bull Settimana dal 20 al 26 gennaio 2014
06/01/2014 &bull Settimana dal 6 al 12 gennaio 2014
16/12/2013 &bull Settimana dal 16 al 22 dicembre 2013
08/12/2013 &bull Settimana dal 9 al 15 dicembre 2013
REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab