martedì 17 ott 2017
ultimo aggiornamento ore 22.43
HOME RIVOLI
CRONACA
ATTUALITA'
INTERVISTE
pagina dei libri
pagina dell'Arte
pagina della musica
pagina del cinema
pagina della salute
pagina del gelato
pagina delle ricette
pagina delle aziende
pagina degli annunci
pagina dei soldi
pagina degli astri
pagina dei Pezzi da 90
pagina dei concorsi
pagina di Google
pagina del cane Vidar
photogallery
Cerca su Pagina:

Area Utenti
Commenta i nostri articoli:
Username:
Password:
RIVOLI - 10/09/2014ATTUALITA'

Rivoli ricorda l’8 settembre con le “Donne nella Resistenza in Piemonte”


Organizzata dal Comitato Resistenza Colle del Lys e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Rivoli la presentazione sabato 6 settembre, presso la Casa del Conte Verde in via Fratelli Piol, del volume della scrittrice rivolese Bruna Bertolo, dal titolo “Donne nella Resistenza in Piemonte”, edito da Susalibri.

Con l’autrice sono intervenuti la Presidente del Comitato Colle del Lys, Elena Cattaneo, l’Assessore alla cultura di Rivoli, Laura Ghersi, il sindaco della città, Franco Dessì, il Vicepresidente del Consiglio Regionale, Nino Boeti. Moltissimi i presenti, tra i quali è stato salutato con particolare calore Diego Novelli, Presidente dell’Anpi Provinciale.


Un libro che mette in scena i tanti modi in cui le donne, dopo l’8 settembre, parteciparono con coraggio e determinazione, a costo di sacrifici personali, alla Resistenza in Piemonte. La Bertolo ha sottolineato l’importanza del ruolo femminile: l’opera delle staffette, delle infermiere, delle combattenti, delle madri coraggio, delle vittime, delle deportate. Tutte coinvolte per dire no ad una guerra che aveva trasformato in un inferno il quotidiano. Particolarmente toccante la lettura di parte di una lettera scritta dalla mamma di una bimba uccisa durante un bombardamento: e la richiesta che partiva, rivolta al Duce, era quella di fermare l’immane tragedia.

Nella presentazione rivolese, l’autrice ha ricordato in particolare la figura di Lucia Baudano, purtroppo scomparsa da alcuni anni, che non esitò a nascondere nelle bare (il padre era titolare di un’impresa funebre nella città) alcuni partigiani feriti per portarli nel reparto clandestino dell’ospedale rivolese, dove alcuni medici, tra i quali il dottor Rossano e il professor Anglesio, coadiuvati da suor Giulia, prestavano le loro cure, pur nella scarsità di mezzi sanitari e viveri, ai partigiani. Una figura commovente quella della diciassettenne Lucia Baudano, costretta a convivere con la realtà drammatica della morte, anche violenta. E, tra le mamme coraggio della Resistenza, Bruna Bertolo ha sottolineato la figura di Mamma Bigida Piol che, per la causa resistenziale, perse l’intera famiglia, il marito Eliodoro e i quattro figli, ai quali Rivoli ha dedicato la sua via più prestigiosa.

Domenica 7 settembre, il volume è stato riproposto presso l’Ecomuseo del Colle del Lys, in occasione dell’intitolazione della rinnovata sala espositiva alla partigiana “Mara” Polo, staffetta e combattente che su quelle montagne svolse un ruolo determinante. Un libro che parte dal principio che “un futuro di giustizia ha bisogno di memoria”.



Versione per stampa

Articoli correlati


Bruna Bertolo presentazione libro


REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab